Coronavirus contagia i listini europei, Milano inclusa

(Teleborsa) – Vendite diffuse sui listini azionari europei in scia al diffondersi del coronavirus ed ai rischi sul possibile impatto sull’economia globale. Anche la borsa di Milano apre in forte ribasso dopo che l’Italia è risultata il Paese più colpito in Europa e il terzo a livello mondiale.

Sul mercato valutario, seduta in frazionale ribasso per l’Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,21%. Giornata di forti guadagni per l’oro, che segna un rialzo del 2,70%. Prevalgono le vendite sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 51,58 dollari per barile, in forte calo del 3,37%.

Pesante l’aumento dello spread, che si attesta a +146 punti base, con un deciso aumento di 11 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento dello 0,96%.

Nello scenario borsistico europeo in apnea Francoforte, che arretra del 3,84%. Tonfo di Londra con una caduta del 3,30%. Lettera su Parigi, che registra un importante calo del 3,74%. A Milano, forte calo del FTSE MIB (-4,3%), che ha toccato 23.707 punti.

Andamento negativo a Piazza Affari su tutti i comparti.
Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti viaggi e intrattenimento (-9,35%), tecnologia (-6,93%) e vendite al dettaglio (-6,61%).

In questa giornata da dimenticare per Piazza Affari, nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva.

Le più forti vendite si manifestano su Juventus, che prosegue le contrattazioni a -7,93%.

Nel settore lusso, affonda Ferragamo, con un ribasso del 7,42%.

Crolla STMicroelectronics, con una flessione del 7,07%.

Nel risparmio gestito, vendite a piene mani su Azimut, che soffre un decremento del 6,82%.

Nessun titolo del FTSE MidCap è riuscito ad uscire dal territorio negativo.

Le più forti vendite si manifestano su Autogrill, che prosegue le contrattazioni a -11,13%.

Pessima performance per OVS, che registra un ribasso del 10,24%.

Sessione nera per FILA, che lascia sul tappeto una perdita dell’8,83%.

In caduta libera Anima Holding, che affonda del 7,95%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus contagia i listini europei, Milano inclusa