Coronavirus, casi in crescita in tutto il mondo

(Teleborsa) – Nuovi contagi da coronavirus in crescita in tutto il mondo, dall’America all’Asia, passando per l’Africa e per l’Europa dove in alcuni Paesi come Francia, Spagna e Romania si teme già una seconda ondata.

Il continente più colpito ad oggi rimane quello americano: negli USA si sono registrati 76.570 nuovi casi di coronavirus in un giorno, superando così in totale 4 milioni di contagi. Secondo i dati dell’università John Hopkins sono stati 1.225 i morti nelle ultime 24 ore per un totale di 144.167 decessi.

Nuovo record di casi in Messico che giovedì ha visto 8.438 nuovi casi per un totale di 370.712 contagi confermati e 41.908 decessi, di cui 718 nelle ultime 24 ore. Record di morti in un giorno invece per la Colombia, 315, con un aumento di circa il 53% rispetto ai 206 decessi registrati in media la scorsa settimana. Un terzo di queste morti legate è avvenuto a Bogotà.

Continuano a salire i casi e i decessi in Brasile dove sono oltre 84mila i morti per coronavirus: solo tra mercoledì e giovedì sono stati registrati 1.311 nuovi decessi, portando il numero totale a 84.082, secondo i dati diffusi dalle segreterie sanitarie dei 27 governi statali. Sempre ieri si sono avuti 59.961 nuovi contagi da Covid-19, il secondo numero più alto da quando è stato confermato il primo caso alla fine di febbraio. Il numero totale dei contagi sale dunque a 2.287.475.

Non va meglio in Russia che ha superato gli 800.000 casi accertati di Covid-19 dall’inizio dell’epidemia. Secondo il centro operativo nazionale anticoronavirus, sono 800.849 i contagi registrati finora: nel corso delle ultime 24 ore si contano 5.811 nuovi casi e 154 decessi provocati dal nuovo virus Sars-Cov-2. Il totale delle vittime del Covid-19 nel Paese, stando ai dati ufficiali, sale così a 13.046.

Situazione critica anche in Sudafrica che ha visto un aumento record di decessi giornaliera a causa del coronavirus con 572 morti nelle ultime 24 ore, che hanno portato a quota 5.940 il numero totale delle vittime nel Paese. Quasi la metà di questa cifra è stata segnalata nella provincia del Capo Occidentale, ma la maggior parte dei casi confermati di Covid-19 si trova tuttavia nella provincia di Gauteng, centro finanziario del Paese ed epicentro della pandemia.

Preoccupa anche la situazione in Europa dove aumentano nuovi focolai con numeri in crescita e curve epidemiologiche tendenti al rialzo.

Solo in Francia si è registrato un aumento di casi del 26% in una settimana: nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati più di mille e sono dieci i decessi attribuiti al Covid-19.

Situazione simile in Spagna, dove la curva continua a salire con 971 nuovi contagi in 24 ore, concentrati soprattutto in Aragona, Catalogna e Madrid, tanto che si inizia a parlare di “seconda ondata”, come ha spiegato María José Sierra, del Centro per le allerte e le emergenze.

Tra i Paesi più a rischio c’è la Romania che ha visto 1.112 nuovi casi in un giorno per un totale di 41.275 infetti con 2.126 decessi, 25 da ieri.

Anche in Belgio i contagi sono cresciuti del 91% rispetto alla settimana tanto da rendere obbligatorio l’uso della mascherina anche nei mercati all’aperto: obbligo di mascherina anche nel Regno Unito per entrare in tutti i negozi, inclusi ristoranti o caffè che offrono il takeaway.

2mila infine i nuovi casi in Germania collegati al focolaio del mattatoio di Toennies nella città di Rheda-Wiedenbrueck, in Nord Reno-Vestfalia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, casi in crescita in tutto il mondo