Coronavirus, Assaeroporti: “Cassa integrazione per tutte le aziende del settore”

(Teleborsa) – Misure a sostegno del trasporto aereo, tra i più colpiti dall’emergenza coronavirus, a partire dall’accesso alla cassa integrazione straordinaria in deroga da parte di tutte le aziende, così come la devoluzione di una parte dell’addizionale comunale al fondo di solidarietà.

Sono alcune delle richieste arrivate da tutti gli operatori del settore, riuniti a Roma nella sede dell’Associazione Italiana Gestori Aeroporti. “Chiediamo fermamente e compattamente al governo una serie di misure, prima fra tutti di poter accedere alla cassa integrazione straordinaria in deroga da parte di tutte le aziende del trasporto aereo“, ha precisato Valentina Lener, direttrice generale di Assaeroporti ai microfoni di RaiNews24.

Tra le richieste c’è anche quella per la devoluzione a favore del fondo di solidarietà del trasporto aereo di una quota parte dell’addizionale comunale che, ricorda Lener, “viene versata dai passeggeri del trasporto aero e oggi è destinata per la maggior parte alle casse dell’Inps”.

In aggiunta alla sospensione dei pagamenti, ritenute fiscali e versamenti di imposte per l’anno 2020-2021, è stato chiesto “un incontro urgente al governo” allo scopo di “avviare un tavolo in visione prospettica” per il futuro del settore che deve già far fronte a crisi aziendali interne e che paga un prezzo altissimo dopo le restrizioni di movimento in Lombardia e altre 14 province.

Il calo del traffico passeggeri è “costante e in netto aumento giorno dopo giorno“, e va “da un -40% a punte di -70/75%” negli ultimi giorni, ricorda ancora Lener che ha evidenziato anche “la diminuzione dei movimenti” a causa di tutte le cancellazioni massicce registrare presso moltissimi aeroporti italiani, non solo quelli del Nord Italia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, Assaeroporti: “Cassa integrazione per tutte le azie...