Coronarivus, in Usa oltre 45mila contagi. Ma Trump pensa ad allentare stretta

(Teleborsa) – Massima allerta negli Stati Uniti dove i casi di coronavirus sono saliti a oltre a 46.000, mentre le vittime sono oltre 500. La maggior parte dei casi si registrano nella città di New York, dove si concentra il 35% del totale. Il Presidente Trump, però, sarebbe pronto ad allentare il blocco delle attività, perché la crisi economica che sta generando minaccia di fare addirittura più vittime del virus stesso.

“Se fosse per i medici il mondo intero sarebbe chiuso”, ha detto dal palco della Briefing Room della Casa Bianca illustrando il suo piano: “Dopo 15 giorni decideremo come muoverci”. Secondo indiscrezioni, Trump sarebbe pronto a rivedere e allentare le linee guida sul distanziamento sociale in 15 giorni per far ripartire l’economia.

“Più si sta fuori, più difficile è la ripresa”, ha aggiunto il Presidente. Ormai comunque il dado è tratto e anche in caso di un’apertura in tempi record, sarebbe comunque necessario un maxi piano di stimoli: “Dobbiamo aiutare aziende come Boeing, e poi serve dare una spinta all’economia. Comunque quando ripartirà volerà”, ha aggiunto il Presidente Usa che ha avuto un colloquio telefonico con il direttore generale dell’OMS, al termine del quale ha anche incassato i complimenti di Ghebreyesus su twitter: “Telefonata produttiva. L’ho apprezzato per l’ottimo lavoro che sta facendo per combattere il coronavirus”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronarivus, in Usa oltre 45mila contagi. Ma Trump pensa ad allentare ...