Conto corrente, costa 82,2 euro l’anno a famiglia

(Teleborsa) – Per il 2014, la spesa media di gestione di un conto corrente è stata di 82,2 euro, in aumento di 0,3 euro rispetto al 2013.

E’ quanto emerge dall’indagine annuale della Banca d’Italia secondo cui “il lieve incremento è dipeso interamente dall’aumento del numero di operazioni bancarie effettuate dalla clientela sui propri conti”. Le commissioni unitarie per operazione sono mediamente diminuite mentre la spesa per canoni e altri oneri fissi è sostanzialmente rimasta invariata.

Da Via Nazionale ricordano che la spesa media di gestione del conto corrente, può essere confrontata con l’Indicatore Sintetico di Costo (ISC). Nel 2014, per circa un quarto del totale dei conti correnti, il costo effettivo è stato superiore all’ISC e quindi conti “non pienamente coerenti” con le esigenze operative dei clienti. 

La commissione onnicomprensiva sugli affidamenti è stata circa pari all’1,7% del credito accordato, 0,3 punti percentuali al di sotto del limite massimo previsto dalla normativa; le commissioni unitarie applicate sugli sconfinamenti e sugli scoperti di conto corrente (CIV) sono aumentate, sebbene siano state riscontrate ampie fasce di clientela che hanno beneficiato dell’esenzione dal pagamento di queste commissioni.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conto corrente, costa 82,2 euro l’anno a famiglia