Conti trimestrali della Berkshire Hathaway di Buffett deludono

(Teleborsa) – La Berkshire Hathaway ha chiuso il secondo trimestre dell’anno in corso con utili e ricavi in rialzo ma non abbastanza per soddisfare le attese degli analisti. La conglomerata americana ha dimostrato come il suo fondatore e numero uno Warren Buffett sappia (in generale) fare gli investimenti giusti: quelli scelti hanno permesso un guadagno tre volte più grande di quello dello stesso periodo dello scorso anno.

Nei tre mesi chiusi lo scorso giugno, il gruppo di Omaha (Nebraska) ha registrato utili netti pari a 5 miliardi di dollari, il 25% in più rispetto al periodo aprile-giugno del 2015. Gli utili per ogni azione di Classe A sono stati di 3.042 dollari.

I profitti operativi sono saliti del 18% a 4,607 miliardi o 2.803 dollari per azione, sotto i 2.910,8 dollari per azione previsti dagli analisti. Al centro della strategia di Buffett ci sono le attività assicurative chiamate “Insurance-investment income”: in pratica, i premi pagati dai consumatori permettono a Berkshire di fare investimenti a suo vantaggio. In questo caso gli utili operativi hanno raggiunto quota 978 milioni di dollari.

Si segnala il ritorno all’utile delle attività assicurative tradizionali di cui fa parte Geico: i profitti operativi sono stati di 337 milioni contro una perdita di 38 milioni di 12 mesi prima. Il business legato a ferrovie, utility e settore energetico ha generato 1,254 miliardi di dollari, meno di 1,465 miliardi del secondo trimestre del 2015. I ricavi sono cresciuti del 6% a 54,46 miliardi di dollari, sotto i 56,47 miliardi attesi dal mercato. Gli investimenti hanno generato un guadagno di 394 milioni di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conti trimestrali della Berkshire Hathaway di Buffett deludono