Conti pubblici, UE “chiude un occhio” per emergenza coronavirus

(Teleborsa) – La Commissione Europea ha proposto oggi le sue “raccomandazioni specifiche per Paese” (Country Specific RecommendationsCSR), che forniscono orientamenti di politica economica e di bilancio a tutti gli Stati membri dell’UE, adattandole alla situazione senza precedenti della crisi pandemica del Covid-19. Nonostante il fatto che tutti i Paesi violeranno il limite del deficit/PIL al 3% nel 2020, la Commissione ritiene di non dover proporre alcuna procedura per disavanzi eccessivi per nessuno Stato membro.

Le raccomandazioni sono strutturate attorno a due obiettivi: a breve termine, mitigare le gravi conseguenze socio-economiche della pandemia di coronavirus; e nel breve a medio-termine, conseguendo una crescita sostenibile e inclusiva che faciliti la transizione verde e la trasformazione digitale.

La parte relativa alle politiche di bilancio delle raccomandazioni, puntualizza la Commissione in una nota, ” quest’anno e’ qualitativa, in deroga ai requisiti di bilancio che normalmente si applicherebbero”. Questo riflette l’attivazione della clausola generale di deroga dalle prescrizioni del Patto di Stabilità. Agli Stati membri si raccomanda “di adottare tutte le misure necessarie per affrontare efficacemente la pandemia, sostenere l’economia e sostenere la successiva ripresa”.

“Quando le condizioni economiche lo consentiranno, le politiche di bilancio dovrebbero mirare a raggiungere posizioni prudenti a medio termine e garantire la sostenibilità del debito, migliorando nel contempo gli investimenti”, aggiunge la Commissione.

(Foto: © andreykuzmin / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conti pubblici, UE “chiude un occhio” per emergenza corona...