Conti pubblici, Bruxelles chiede a Italia rispetto target fiscali, riduzione deficit e debito

(Teleborsa) – La Commissione europea “ritiene fondamentale che l’Italia si attenga ai target fiscali, riduzione deficit e debito. Per l’Italia è importantissimo”.

Lo ha detto il vicepresidente della Commissione UE, Valdis Dombrovskis, in un’intervista al Tg5 a margine del workshop Ambrosetti. “Ci aspettiamo che l’Italia migliori strutturalmente il suo budget dello 0,3% del PIL, le valutazioni verranno fatte all’inizio del prossimo semestre”, ha aggiunto.

In una intervista a La Stampa, invece, Dombrovskis ha spiegato che l’Italia avrà un margine di manovra “limitato” per ottenere dall’Unione Europea nuova flessibilità sui conti pubblici aggiungendo che la Penisola “ne ha fatto molto uso negli scorsi anni”, pertanto “si potrebbe dire che il margine di manovra è limitato“.

Bruxelles, spiega il Vicepresidente dell’esecutivo comunitario, sarà invece flessibile sui tempi per ricevere da Roma il Documento di economia e finanza (DEF). “Il 30 aprile è la deadline normale ma c’è comprensione per i periodi di transizione elettorale. La prassi abituale è stata che un Governo in carica per la gestione corrente presenti un Documento fondato su uno scenario di politiche immutate e sul programma nazionale di riforme già varato. Sarà l’Esecutivo con pieni poteri a potergli attribuire un nuovo valore politico”.

Conti pubblici, Bruxelles chiede a Italia rispetto target fiscali, rid...