Conti a due velocità per Piquadro

(Teleborsa) – Piquadro , società attiva nell’ideazione, produzione e distribuzione di articoli di pelletteria ha approvato il Bilancio consolidato, che chiuso al 31 marzo 2016, ha registrato un fatturato pari a 69,31 milioni di euro, in aumento di circa il 3,1% rispetto all’esercizio precedente (67,21 milioni di Euro). mentre l’Ebit è sceso del 4,1% a 5,72 milioni dai 5,96 milioni di un anno prima, a causa dei maggiori costi di marketing e all’aumento dei costi di produzione legato all’apprezzamento del dollaro statunitense. L’utile netto consolidato si ferma a 3,88 milioni in calo del 4,9% rispetto ai 4,08 milioni di Euro dell’anno precedente.

La Posizione Finanziaria Netta della Capogruppo al 31 marzo 2016 risulta negativa e pari a 8,3 milioni di Euro, in miglioramento di 293 migliaia di Euro rispetto all’indebitamento al 31 marzo 2015, pari a circa 8,6 milioni di Euro  

Il management proporrà all’assemblea la distribuzione di un dividendo pari a 0,04 euro per azione.

“I risultati sono stati condizionati da un forte impatto negativo dei cambi e da un’ulteriore crescita delle spese di Marketing e IT per la digitalizzazione della società» afferma Marco Palmieri, Presidente e AD di Piquadro. “Le spese generali sono state razionalizzate e sono sommariamente calate ma l’inizio dell’attività negli Stati Uniti ha comportato investimenti e costi. Il calo dell’export, seppur marginale, è stato determinato prevalentemente dall’ulteriore calo della Russia e del mercato cinese. Infine – conclude Palmieri – Abbiamo deciso di ridurre in modo significativo le vendite a sconto sia on che off line”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conti a due velocità per Piquadro