Conte riferisce al Senato: “Austerity non più percorribile. E su migranti servono garanzie”

(Teleborsa) – “L’austerity non è più percorribile” ed “è fondamentale per il nostro Paese ridurre il gap di crescita con l’UE“. Sono questi i passi salienti dell’audizione del Premier Giuseppe Conte al Senato, per le comunicazioni in vista del prossimo Consiglio europeo del 18 ottobre. Nel primo pomeriggio il Presidente del Consiglio riferirà anche alla Camera.

Conte ha premesso che che l’Italia “è fondatore dell’UE e contributore netto” e che “l’appartenenza all’Europa è parte irrinunciabile del programma di miglioramento della condizione socio-economica dei cittadini italiani ed europei”. Poi, ha aggiunto che il Governo “andrà a Bruxelles con una Manovra di cui siamo orgogliosi e su cui vogliamo dialogare senza pregiudizi“.

Il Premier ha inoltre affermato che l’esecutivo “sta lavorando senza sosta sugli investimenti che sono al centro della manovra” ed ha fatto un cenno alle disuguaglianze che definisce “moralmente inaccettabili” e capaci di far “implodere l’economia stessa”.

Sempre in vista del vertice europeo di mercoledì e giovedì, Conte ha affrontato il nodo immigrazione, sottolineando che l’Italia chiederà che “vengano rispettati tutti contenuti” dell’accordo sottoscritto a giugno.

“Serve una equa condivisione delle responsabilità e dobbiamo consolidare quel cambio di paradigma sancito all’ultimo Consiglio”, ha ribadito, aggiungendo che senza “garanzie” su questo punto l’Italia non accetterà soluzioni “a scatola chiusa” sui movimenti secondari.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conte riferisce al Senato: “Austerity non più percorribile. E s...