Conte: “Renzi? Mai venuto meno il sostegno al governo”

(Teleborsa) – Giuseppe Conte si fida del PD e di Matteo Renzi, nonostante sia rimasto sorpreso dai tempi della scissione, anche perché “non è venuta meno la sostenibilità del progetto”.

È lo stesso premier a dirlo, intervistato da Enrico Mentana sul palco della festa di Articolo 1. “Mi hanno sorpreso i tempi, e l’ho detto francamente a Renzi – ha spiegato Conte – Nel momento in cui un presidente incaricato in riserva deve scioglierla è bene che abbia piena contezza di come si predispongono le forze di governo. Se avessi saputo della decisione, lo dico anche nell’interesse del gruppo che si è formato, avrei preteso e voluto un’interlocuzione diretta con il gruppo stesso“.

Il premier ha poi risposto alle parole di Alessandro Di Battista che ha invitato il M5S a non fidarsi del PD, definito “il partito del sistema per eccellenza, il più pericoloso”. “Io mi fido perché è una forza che responsabilmente ha deciso di sostenere questa esperienza del governo”, la replica del presidente del Consiglio.

Il cambio di governo “è stato un passaggio molto impegnativo”, ammette. “Ora c’è un ottimo clima di lavoro, ci siamo parlati sin dall’inizio. Abbiamo preso un grande impegno con il Paese. Per portarlo a termine bisogna essere consapevoli che non esistono personalismi, bisogna mettere da parte l’io, se si riesce a conservare questo spirito di squadra – io lo auspico e lo pretenderò – noi potremo fare belle cose per i cittadini”.

Infine, un passaggio sull’ex alleato, Matteo Salvini. “l mio “no” alla Lega detto a Biarritz “era all’infinito. Lo vede quell’orizzonte oltre il Colle?”, ha precisato.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conte: “Renzi? Mai venuto meno il sostegno al governo”