Conte dalla Fiera del Levante inaugura la stagione della svolta: “UE e mercati scommettono sull’Italia”

Intanto il Ministro dell'Economia Gualtieri archivia la Flat Tax e avvisa l'UE: "Manovra restrittiva controproducente"

Non è certo mistero che – dopo il serrato braccio di ferro che ha caratterizzato l’ormai archiviata esperienza di Governo Lega-Cinquestelle –  Roma e Bruxelles facciano le prove generali di una rinnovata armonia e ora il clima sia più sereno. La conferma arriva dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenuto alla Fiera del Levante di Bari.

“Durante la mia visita a Bruxelles – ha spiegato il Premier -, ho avuto conferma che l’Italia si trova a un punto di svolta, una sfida cruciale. Gode oggi di un prezioso capitale di fiducia che, se sarà speso al meglio, produrrà effetti benefici nel breve, medio e lungo periodo”. Si vede sui mercati che, come si vede dalla “sensibile riduzione dello spread”, “scommettono con forza sulla capacità dell’Italia di recuperare il treno della crescita economica e sulla nuova fase politica”.

Intanto, il nuovo governo giallorosso si prepara alle sfide d’autunno. Uno dei nomi del nuovo scacchiere sui quali sono puntati i riflettori è senza dubbio quello di Roberto Gualtieri che ha raccolto la pesante eredità di Tria al Ministero dell’Economia. Atteso a breve al battesimo di fuoco con la Legge di Bilancio, ha catalizzato l’attenzione di quanti ne attendono le prossime mosse, dalle quali passa anche la ripresa del nostro Paese. Il neo ministro sembra avere le idee chiare, a partire dalla flat tax: “Non la faremo mai. Dava tanto a chi ha di più, mentre noi siamo il governo degli asili nido, degli investimenti e della riduzione delle imposte ai più deboli. Era ingiusta, sbagliata, insostenibile e incostituzionale perché violava la progressività, oltretutto alla base del modello sociale europeo insieme al welfare”, ha dichiarato nel corso di una lunga intervista rilasciata a La Repubblica.

Al termine della due giorni dell’Ecofin a Helsinki ha anche lanciato un primo ma chiaro messaggio all’UE: “Ai miei colleghi “ho detto che una manovra restrittiva sarebbe controproducente e stiamo lavorando per collocarla nel quadro di una più generale e appropriata ‘fiscal stance’ dell’area euro”, ha detto in conferenza stampa.

“È ovvio che questo Governo si batte all’interno delle regole, che comprendono anche il pieno uso della flessibilità come chiesto da alcuni gruppi politici e come detto dalla Presidente Von der Leyen”, ha precisato il successore di Tria in risposta a chi gli chiedeva se per la manovra 2020 basterà la flessibilità già prevista dalle regole attuali. “C’è poi il dibattito sulle regole, ma sono due questioni distinte e come tali vanno trattate”, ha concluso.

 

IL CALENDARIO DEL GOVERNO – Insomma, è ufficialmente iniziato il conto alla rovescia che porterà alla prossima Legge di bilancio che dovrà scongiurare, su tutto, l’aumento dell’Iva. l’esecutivo è al lavoro per rispettare il calendario che prevede la presentazione entro il 27 settembre della Nota di aggiornamento al documento di economia e finanza (la cosiddetta Nadef) al parlamento.

A fine settembre assemblea generale Onu: in calendario, un altro importantissimo appuntamento:  Conte parteciperà, in compagnia del nuovo ministro degli Esteri Di Maio, all’assemblea generale delle Nazioni Unite dal 23 al 27 settembre, teatro di incontri bilaterali con altri capi di Stato e di Governo su temi fondamentali, dalla stabilizzazione nel Mediterraneo alla crisi libica ai rapporti commerciali con Usa e Cina, impegnati ormai da tempo nella guerra dei dazi. 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conte dalla Fiera del Levante inaugura la stagione della svolta: &#822...