Consultazioni, Berlusconi a Mattarella: “Governo Pd-M5s scelta inadeguata”

Crisi di Governo, ore decisive per le consultazioni al Quirinale: le ultime dichiarazioni di Silvio Berlusconi

(Teleborsa) – E’ terminato il colloquio tra il Presidente della Repubblica Mattarella e la delegazione di Forza Italia, presieduta dall’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, affiancato da Antonio Tajani, Mariastella Gelmini e dal Capogruppo al Senato Anna Maria Bernini.

“Abbiamo manifestato al Presidente ancora una volta la necessità di ridare la parola agli italiani e la nostra preoccupazione per il pericoloso scenario che si sta delineando e che il Capo dello stato ha affrontato con l’equilibrio e la saggezza che da sempre gli riconosciamo”, ha detto Berlusconi leggendo la dichiarazione del suo partito.

“Quella che sta nascendo tra M5s e Pd è una soluzione politicamente sbagliata, inadeguata ai grandi problemi lasciati sul tappeto dall’esecutivo dimissionario”, ha aggiunto il leader di Forza Italia.

Alle ore 18 è attesa al Quirinale la delegazione della Lega.

Subito prima, era stata ricevuta la delegazione del Partito Democratico, capitanata dal Segretario Nicola Zingaretti, insieme al Capogruppo alla Camera dei deputati Graziano Delrio, al capogruppo del Partito Democratico al Senato Andrea Marcucci, al Presidente del PD Paolo Gentiloni e a Paola De Micheli.

Il Segretario, al termine dell’incontro, ha dichiarato: “Alla luce degli equilibri parlamentari abbiamo riferito al Presidente di aver accettato la proposta del M5S di indicare in quanto partito di maggioranza relativa il nome del presidente del Consiglio dei ministri. Questo nome ci è stato indicato dal M5S nei giorni scorsi”.

“Abbiamo altresì confermato risolutamente l’esigenza ora di costruire un Governo di svolta e discontinuità”, ha ribadito Zingaretti.

Fratelli d’Italia aveva invece chiuso la mattinata del secondo giorno delle consultazioni bis e confermato il no a un Governo PD-M5S che Giorgia Meloni ha definito un “osceno patto delle poltrone”.

FdI aveva inoltre chiesto a Mattarella di “concludere in ogni caso oggi la crisi di governo“, senza concedere altro tempo. Meloni ha poi concluso dicendo di essere pronta a scendere in piazza nel giorno della fiducia se dovesse nascere “il Governo dell’osceno patto delle poltrone”.

In precedenza, erano state ricevute le delegazioni di Liberi e Uguali e delle minoranze linguistiche: LeU ha confermato il sostegno a un Governo di svolta.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Consultazioni, Berlusconi a Mattarella: “Governo Pd-M5s scelta i...