Consiglio Europeo potrebbe “glissare” su appoggio a Recovery Fund

(Teleborsa) – Presentato come appuntamento di fuoco della settimana, il Consiglio Europeo in programma il prossimo 23 aprile, potrebbe invece rivelarsi come una tappa interlocutoria, più che decisiva. Ancora troppe le incognite e i nodi da sciogliere, per questo più di un segnale sembrerebbe portare nella direzione di una strategia del temporeggiamento.

Secondo alcune indiscrezioni che circolano nelle ultime ore, la riunione in videoconferenza del Consiglio europeo di giovedì dovrà “appoggiare la decisione presa dall’Eurogruppo” su un piano per la ripresa da 540 miliardi di euro, “ma non darà tutte risposte sui numeri del prossimo bilancio Ue o su quali strumenti innovativi saranno messi in campo per dare una risposta”, come il Recovery fund o i coronabond, precisano fonti UE sottolineando che “tutto questo è un processo in corso”, e tali strumenti “non saranno discussi in questo vertice”.

Proprio in vista della riunione, nelle scorse ore il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte era tornato a rilanciare gli eurobond, dopo aver ribadito con forza che “Il MES in Italia ha una cattiva fama”. Dalla Spagna, invece, la proposta all’Europa di un fondo europeo da 1.500 miliardi con debito perpetuo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Consiglio Europeo potrebbe “glissare” su appoggio a Recove...