Conoravirus, possibile proroga misure restrittive oltre 13 aprile

(Teleborsa) – Mentre il Governo è al lavoro sulla cosiddetta Fase 2, quella di “convivenza” con il virus che prevede una lenta e guaduale riapertura ancora da definire, la Fase 1 è ancora nel vivo. Si andrebbe, infatti, verso un prolungamento di 14 giorni delle attuali misure restrittive e di isolamento previste dal DPCM in scadenza il 13 aprile, con una probabile ulteriore proroga delle misure di isolamento a casa almeno fino al 2 maggio. Lo apprende l’ANSA da fonti qualificate. Dopo Pasqua potrebbero invece riaprire alcune piccole attività legate alla filiera agroalimentare e sanitaria, previo il rispetto delle misure di distanziamento e l’adozione di tutte le misure necessarie per tutelare i lavoratori.

Intanto, il Premier Giuseppe Conte ha convocato i leader di Cgil, Cisl e Uil per un confronto sulla “Fase 2” dell’emergenza coronavirus. Secondo quanto si apprende la riunione si terrà in videoconferenza oggi alle 16. L’incontro è stato chiesto ieri dai segretari generali delle tre confederazioni, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

Pressing di Confindustria, in scia ai numeri positivi dell’ultimo bollettino, ma l’OMS frena sull’inizio della “Fase 2”: “non c’è ancora una diminuzione netta” dei contagi “ma solo un rallentamento, riaprire ora è difficile”. Il Presidente del Consiglio Conte, in una intervista alla BBC, spiega che è necessario “individuare alcuni settori che possono ricominciare la loro attività. Se gli scienziati danno il loro assenso, potremmo cominciare ad allentare alcune misure già alla fine di aprile’‘ ribadendo come la guardia non sarà abbassata e spiegando che ”solo gradualmente” verranno messe in campo le riaperture.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conoravirus, possibile proroga misure restrittive oltre 13 aprile