Confintesa attacca Patuanelli su mancanza di trasparenza del MISE

(Teleborsa) – Duro attacco di Confintesa – confederazione sindacale attiva soprattutto nel pubblico impiego – nei confronti dei Ministri 5 Stelle, in particolare del Ministro per lo Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli.

“Se gli eletti del M5S dovevano aprire il Parlamento come una scatola di sardine figuriamoci i Ministri dello stesso partito cosa avrebbero combinato nei ministeri. Risultato è che in Parlamento il M5S si è chiuso dentro la scatola di sardine e i Ministri pentastellati non solo hanno continuato a spendere i soldi pubblici senza criteri ma, alla faccia della tanto conclamata trasparenza, elargiscono soldi a società amiche che gestiscono il personale esterno operante nei ministeri”.

L’accusa è contenuta in una lettera indirizzata a Patuanelli in cui denunciano la mancanza di trasparenza e il mancato controllo di bilanci di Società, che forniscono servizi e personale esterno e che nel 2019 hanno ricevuto milioni di soldi pubblici, che avrebbero potuto essere spesi per assumere mille lavoratori al Ministero.

Un altro aspetto che pone seri dubbi sulla trasparenza è dato dal trattamento di favore che il MISE applica a Invitalia, società pubblica che ha come A.D. Domenico Arcuri, l’attuale Commissario Straordinario per l’emergenza Coronavirus.

Confintesa sostiene, infatti, che Invitalia fornisce personale esterno e servizi al MISE con costi superiori del 7/8% rispetto ad altre realtà esterne e denuncia il continuo ricorso a personale esterno contrasta con la tanto conclamata volontà del ministro Patuanelli di voler aumentare il numero dei dipendenti del Ministero.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Confintesa attacca Patuanelli su mancanza di trasparenza del MISE