Confindustria Trento sposa la sicurazza sul lavoro

(Teleborsa) – Giovanni Lo Presti, Presidente della sezione di Confindustria Trento che rappresenta l’industria cartaria, protagonista del seminario “Leadership in safety. Nuove frontiere per la sicurezza in azienda”, organizzato in collaborazione appunto con la Fondazione LHS di Saipem nel capoluogo trentino. Giovanni Lo Presti è anche direttore generale delle Cartiere del Garda.

Presidente, il perché di questa iniziativa qui a Trento?

Con questa iniziativa voluta fortemente nella mia funzione di direttore generale di Cartiera del Garda ho avuto modo di conoscere una modalità nuova di approcciare i temi della sicurezza promossa dalla Fondazione promossa da Saipem. Ho ritenuto doveroso allargare questa esperienza, così positiva, a tutti i colleghi di Confindustria, senza limitarla unicamente a livello “Imprenditori” ma anche a quelli che sono gli attori collaterali all’impresa strettamente coinvolti sul tema

I dipendenti come la vedono?

Quanti lavorano nelle imprese sono persone profondamente coinvolte da questo approccio, da questa metodologia, e sono state le persone più entusiaste che hanno più positivamente risposto a questo “modo diverso” di approccio alla sicurezza. L’obiettivo è quelli di arrivare ad avere infortuni zero in azienda. Un obiettivo che riteniamo assolutamente percorribile, ma che passa attraverso un cambio comportamentale e quindi attraverso un cambio della “cultura della sicurezza” all’interno dell’intera azienda, a partire dai vertici fino all’ultimo lavoratore dell’impresa.

Confindustria Trento sposa la sicurazza sul lavoro