Confindustria: risalita del PIL Italia più forte delle attese

(Teleborsa) – Sarà del 6,1% la crescita del PIL italiano nel 2021, seguito da un + 4,1% nel 2022. E’ quanto afferma Confindustria, che oggi ha presentato il suo “Rapporto di previsione“. L’ampia revisione al rialzo è spiegata dall’impatto più contenuto della variante Delta del Covid, conseguito grazie a efficacia e capillarità delle vaccinazioni in Italia, che hanno reso possibile l’allenamento delle misure di contenimento.

Secondo il Centro Studi Confindustria, la robusta ripartenza del PIL, pari a oltre il 10% nel biennio, dopo quasi il – 9% del 2020, riporterebbe la nostra economia sopra i livelli pre-crisi nella prima metà del 2022, in anticipo rispetto alle attese iniziali.

Tuttavia, continua Confindustria, sebbene il recupero stia procedendo più spedito che altrove, il gap rispetto al pre-pandemia è, al momento, ancora più ampio di quello degli altri principali partner, perché la caduta del 2020 in Italia è stata maggiore.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Confindustria: risalita del PIL Italia più forte delle attese