Confindustria rileva una frenata della produzione a febbraio

(Teleborsa) – Confindustria annuncia che c’è stato un calo della produzione dello 0,4% a febbraio, dopo il +0,9% registrato nel mese di gennaio. E’ quanto emerge dalle elaborazioni del Centro Studi Confindustria, che indica per il primo trimestre del 2016 una variazione congiunturale acquisita dell’attività industriale pari a +0,1%, dopo il -0,1% nel quarto 2015.

Al netto del diverso numero di giornate lavorative, la produzione è aumentata su anno dello 0,1% dopo aver registrato a gennaio un aumento tendenziale dell’1,6%.

Gli ordini in volume hanno registrato in febbraio un incremento dello 0,2% sul mese precedente (+2,6% su febbraio 2015). In gennaio erano aumentati dello 0,4% su dicembre (+0,6% sui dodici mesi).

“La dinamica della produzione industriale si caratterizza per le forti oscillazioni mensili e mostra a partire dall’estate una sostanziale stagnazione”, rileva l’ufficio previsionale dell’associazione di Viale dell’Astronomia. 

“Gli indicatori qualitativi relativi al manifatturiero – aggiunge il CSC – non preannunciano un miglioramento: in febbraio l’indice di fiducia è diminuito di 1 punto (quarto calo di fila), attestandosi comunque sui livelli tra i più elevati degli ultimi quattro anni”. Secondo Confindustria, il calo mensile è spiegato dal peggioramento sia delle attese (specie quelle sull’economia) sia dei giudizi sugli ordini esteri (invariati quelli sugli ordini interni); sono migliorate, invece, le valutazioni relative alla produzione corrente”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Confindustria rileva una frenata della produzione a febbraio