Confindustria, oggi si conoscerà il successore di Giorgio Squinzi

(Teleborsa) – La corsa per la successione alla presidenza di Confindustria è giunta al termine. Oggi, infatti, si conoscerà il nome del nuovo Presidente dell’associazione di viale dell’Astronomia.

I 198 membri del Consiglio generale dovranno scegliere fra i due candidati rimasti in corsa: Alberto Vacchi e Vincenzo Boccia.

La storia si ripete. A poche ore dal gran finale, il risultato della votazione resta in bilico, poiché il distacco fra i due imprenditori appare minimo, come avvenne nel 2012 quando uscì vincitore l’attuale Presidente Giorgio Squinzi contro Alberto Bombassei.

Il bolognese Alberto Vacchi, classe 1964, visto come il candidato della discontinuità, ha dalla sua parte molte imprese del Nord e dell’Emilia, oltre ai sindacati ed all’industria metalmeccanica. Vacchi possiede una multinazionale da quasi un miliardo di fatturato, la IMA, azienda leader nella produzione di macchine automatiche e, quotata a Piazza Affari.

Nel segno della continuità sarebbe, invece, l’elezione del salernitano Vincenzo Boccia, che conta sull’appoggio del Centro-Sud, della piccola industria, dei Giovani Imprenditori e dell’ex di Confindustria Emma Marcegaglia. Classe 1964, Boccia è amministratore delegato di Arti Grafiche Boccia, azienda di famiglia che opera nel settore grafico da oltre 50 anni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Confindustria, oggi si conoscerà il successore di Giorgio Squinzi