Confindustria, al via PMI Day 2022 con una partecipazione altissima

(Teleborsa) – Numeri in netta crescita per il PMI day 2022, la Giornata Nazionale dedicata alle piccole e medie imprese italiane,, organizzata da Piccola Industria Confindustria insieme alle associazioni del Sistema. L’evento, giunto alla tredicesima edizione, prende il via oggi
con una serie di iniziative in simultanea in tutte le regioni, coinvolgendo oltre 1000 imprese e 600 scuole medie e superiori e circa 48mila partecipanti.

L’edizione 2022 ha come focus la “bellezza del saper fare italiano”, un asset e un fattore competitivo che nasce dall’attitudine alla cura delle produzioni.

Altissima la partecipazione del Sistema Confindustria, con più del 97% delle Associazioni territoriali che hanno aderito all’iniziativa insieme ad Acimit, Assosistema, Confindustria Moda, Federchimica e Federmeccanica. Una testimonianza chiara dell’interesse degli imprenditori di avvicinare i giovani al mondo dell’impresa, attraverso incontri e visite guidate nelle aziende.

Dal 2010, anno di nascita della manifestazione, le PMI di Confindustria hanno aperto le porte complessivamente ad oltre 472mila ragazzi. A partire dal 2021 la manifestazione ha ottenuto il patrocinio del Ministero dell’Istruzione e della Conferenza delle Regioni . Una conferma dell’importanza cruciale di informare e formare allo stesso tempo i giovani, aggiornare il corpo docente – con particolare attenzione alle scuole medie – orientare i ragazzi verso percorsi scolastici idonei ad intraprendere nuove professioni e favorire un più ampio coinvolgimento delle istituzioni locali sul progetto.

Da anni, inoltre, prosegue la partnership in alcuni territori con Confagricoltura – Alessandria, Bergamo, Brescia e Taranto -, per raccontare la realtà dell’impresa anche nel settore agricolo. Il PMI Day ha assunto anche un’impronta internazionale con la conferma, per il quinto anno consecutivo, del patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

“Il PMI Day è una grande festa in cui gli imprenditori ascoltano i giovani. Un confronto in cui si disegna insieme il futuro”, afferma Giovanni Baroni, presidente Piccola Industria di Confindustria, aggiungendo “un imprenditore rimane studente per tutta la vita, con la propensione al cambiamento, l’entusiasmo, la curiosità e l’energia che contraddistinguono i ragazzi”.