Confesercenti è prudente ma conferma la tenuta dei piccoli dettaglianti

(Teleborsa) – Il calo della fiducia delle imprese, rilevato dall’ultima indagine dell’Istat, non sembra preoccupare troppo Confesercenti, che commenta con prudenza il dato pubblicato stamattina, confermando il permanere di una certa incertezza sia fra i consumatori che nel settore delle imprese.

Tra queste ultime – rileva l’associazione dei commercianti – “colpisce la tenuta delle piccole aziende che, nonostante una ripresa economica incerta, mostrano di conservare un atteggiamento positivo rispetto alla situazione attuale e buone aspettative rispetto al futuro”.

E’ il saldo dei giudizi sulle vendite correnti a peggiorare: da 13 a 5 ma era arrivato a 32 a novembre 2015. “Siamo lontani da quei miglioramenti che si erano registrati nella seconda metà 2015 e, d’altra parte, l’andamento delle vendite parla chiaro”, commenta Confesercenti, segnalando però che le attese sulle vendite future passano da 19 a 28, registrando un miglioramento.

Nei giudizi degli operatori del commercio al dettaglio, il 2016 non sembra, comunque, portarsi dietro quella ripresa tanto sperata.

Confesercenti è prudente ma conferma la tenuta dei piccoli dettaglianti
Confesercenti è prudente ma conferma la tenuta dei piccoli detta...