Confcommercio: “Ridurre tasse per uscire da incertezza”

(Teleborsa) – “Riduzione delle tasse una via d’uscita dall’incertezza”. Lo sostiene l’Ufficio Studi Confcommercio commentando i dati sul clima di fiducia di consumatori e imprese a febbraio diffusi oggi dall’Istat.

“Dato che conferma un clima di diffusa e generalizzata incertezza. Da un lato, le famiglie che continuano a guardare con molta preoccupazione sia al futuro personale, sia quello del Paese indotte a mantenere comportamenti di consumo molto prudenti, dall’altro le imprese che mostrano un atteggiamento più positivo, seppure con differenze tra i diversi settori, portando il clima di fiducia su valori superiori a quelli di inizio 2016”.

Secondo l’associazione dei commercianti, “è auspicabile che l’atteggiamento delle imprese, che per il manifatturiero è guidato anche da un incremento degli ordini, si traduca in breve tempo in una crescita più sostenuta, rispetto ai ritmi attuali, dell’attività produttiva e dei livelli occupazionali favorendo il recupero della fiducia da parte delle famiglie e di conseguenza un miglioramento sul versante dei consumi”.

Resta, dunque, fondamentale in questo quadro “evitare manovre recessive sul fronte della finanza pubblica e imboccare la strada della riduzione della pressione fiscale in modo certo e generalizzato agendo sulle aliquote Irpef”.

Confcommercio: “Ridurre tasse per uscire da incertezza”