Confartigianato Moda: no a ricatti dei grandi gruppi

(Teleborsa) – “E’ inaccettabile il grave comportamento di grandi gruppi del sistema moda italiano che, incredibilmente, chiedono alle piccole imprese fornitrici addirittura di anticipare loro somme a titolo di contribution”. Il Presidente di Confartigianato Moda Fabio Pietrella commenta così la richiesta che alcuni grandi gruppi della moda stanno rivolgendo ai loro fornitori, tra i quali tante piccole aziende. Richiesta di versare una somma di denaro – in percentuale sul fatturato della fornitura nell’anno 2019 – per “aiutare” i grandi gruppi a stare sul mercato in questa situazione di drammatica difficoltà.

“Non scherziamo. Non rovesciamo la realtà. Confartigianato e quindi anche Confartigianato Moda che rappresenta 80mila imprese – sottolinea il Presidente Pietrella – ha convintamente sostenuto la necessità di fare ogni sforzo utile per mantenere il più possibile la regolarità dei pagamenti. Abbiamo visto convintamente in campo a sostenere questa necessità anche i rappresentanti dell’industria e della grande industria. E allora serve coerenza. Senza richieste assurde e senza ricatti sottesi. Se dovessimo vedere persistere comportamenti come questi che stiamo stigmatizzando, tuteleremo le imprese nostre associate in tutte le sedi, anche giudiziarie, in cui si renderà necessario”, conclude il Presidente dell’associazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Confartigianato Moda: no a ricatti dei grandi gruppi