Confartigianato: Merletti: Brexit ultima chiamata per cambiare l’UE

(Teleborsa) – “L’esito del referendum inglese sulla Brexit è stata l’ultima chiamata per cambiare una Unione Europea che non sa più produrre effetti positivi per i suoi cittadini e per le sue imprese, dominata da un interessato rigorismo germanico preoccupato sopra ogni altra cosa di tenere sotto controllo l’inflazione, esasperando il controllo dei conti pubblici”. Così la pensa il presidente di Confartigianato, Giorgio Merletti, che in occasione del suo intervento all’assemblea annuale della confederazione ha aggiunto: “Bisogna oggi ricostruire il senso di appartenenza all’Europa, ritrovare le ragioni dello stare insieme e i valori costitutivi dell’integrazione europea. Il nostro continente è attraversato da profonde tensioni, da egoismi nazionalisti e da spinte autonomiste che rischiano di incrinare un’architettura faticosamente costruita”.

Secondo il centro studi di Confartigianato l’impatto della Brexit sulla domanda di importazioni del Regno Unito provocherà minori esportazioni italiane dei settori a maggiore concentrazione di piccole imprese per 727 milioni di euro. 
Negli ultimi dodici mesi (aprile 2015-marzo 2016) l’Italia ha esportato nel Regno Unito beni e servizi per 22.579 milioni di euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Confartigianato: Merletti: Brexit ultima chiamata per cambiare l&#8217...