Confagricoltura, attenzione alta sul settore bieticolo

(Teleborsa) – Un punto importante, quello preposto dal Consiglio Agricoltura della UE, che sarebbe contraria alla concessione di aiuti straordinari a sostegno del mercato dello zucchero, alle prese con il processo di adattamento innescato dalla soppressione delle quote di produzione. Secondo le stime, nella campagna di commercializzazione 2019-2020, la produzione di zucchero nella UE dovrebbe attestarsi intorno ai 18 milioni di tonnellate, circa il 4% in più, ma i prezzi potrebbero far registrare un aumento dovuto al deficit produttivo a livello mondiale.

Ha parlato anche il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, dopo l’esito del Consiglio, evidenziando come “l’attenzione della Confagricoltura sul settore bieticolo-saccarifero resta alta, nonostante le dichiarazioni del commissario Hogan, non consideriamo concluso il dibattito sulle prospettive del settore”. “I bieticoltori italiani – continua Giansanti – sono stati danneggiati dal crollo dei prezzi innescato dall’aumento di produzione che si è verificato in alcuni Stati membri e la crisi ora è arrivata anche in Francia e Germania, con chiusure programmate in Polonia“.

“Ci auguriamo che le previsioni siano confermate dai fatti, ma – insiste – segnaliamo che sussistono elementi di incertezza sull’evoluzione dei mercati internazionali, primo fra tutti la possibile immissione delle elevate giacenze di zucchero accumulate in India. Prendiamo atto dell’impegno assunto dalla Commissione – ha concluso il Presidente – ma se non ci sarà un’inversione di tendenza in tempi brevi, per salvaguardare i risicoltori italiani si dovrà necessariamente ricorrere alla clausola di salvaguardia prevista dalla normativa dell’Unione”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Confagricoltura, attenzione alta sul settore bieticolo