Confagricoltura, accordo UE-Giappone fa volare export agroalimentare

(Teleborsa) – L’accordo commerciale UE-Giappone ha fatto bene all’export agroalimentare italiano: l’accordo in vigore dal 1° febbraio scorso ha fatto volare l’export del Made in Italy alimentare dell’80% a 1,12 miliardi nel periodo febbraio-agosto e, nello stesso lasso di tempo, le esportazioni di prodotti agricoli sono balzate del 18%.

E’ quanto segnala Confagricoltura sulla base dei dati sull’interscambio, elaborati dall’Istituto per il commercio estero (ICE). “I dati dimostrano, ancora una volta, che gli accordi commerciali bilaterali della UE sono di fondamentale importanza per il sistema agroalimentare italiano, tenuto conto della perdurante stagnazione dei consumi interni”, ha commentato il Presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti.

L’accordo prevede la progressiva eliminazione delle tariffe doganali sul 97% dei prodotti europei destinati al mercato nipponico. Il Giappone si è impegnato a riconoscere e tutelare 219 prodotti agroalimentari della UE, compresi i vini e 45 eccellenze italiane che coprono circa il 90% delle esportazioni totali di prodotti IDP. Previste anche semplificazioni per l’importazione e lo sdoganamento dei prodotti.

Allargando il quadro all’intera UE, Confagricoltura afferma che gli accordi bilaterali sono proficui per il commercio dell’Unione e richiama i dati della Commissione europea, in base ai quali, oltre un terzo (34,4%) delle esportazioni agroalimentari degli Stati membri è destinato ai mercati dei Paesi con i quali sono state sottoscritte intese commerciali.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Confagricoltura, accordo UE-Giappone fa volare export agroalimentare