Concorso, il TAR ammette prove ad hoc per chi vincerà il ricorso

(Teleborsa) – Colpo di scena per gli esclusi al Concorso della scuola: i giudici del TAR del Lazio ammettono prove ad hoc per chi ha fatto ricorso e lo vincerà. 

Dopo il via libera del Consiglio di Stato, il TAR ha preso una decisione che ribalta la posizione del Ministero dell’Istruzione sulle prove aggiuntive: i giudici dicono, infatti, che verranno “adottate le misure più idonee per la tutela degli interessi protetti dei ricorrenti, anche con soluzioni alternative all’ammissione con riserva, in sede cautelare, alle prove concorsuali, eventualmente mediante apposita sessione riservata di esame, per coloro che ottengono una decisione giudiziale di merito favorevole”.

“Anche stavolta avevamo ragione noi”, ha detto Marcello Pacifico, Presidente del sindacato Anief, che ha patrocinato molti di questi ricorsi. “Qualora lo stesso tribunale dovesse esprimersi favorevolmente ai ricorrenti – ha aggiunto -il Miur dovrà necessariamente programmare un nuovo calendario di prove, con date successive al 31 maggio, visto che quando arriverà il giudizio monocratico, con ordinanze cautelari, sempre in attesa di entrare nel merito, la maggior parte delle prove scritte potrebbero già essere state svolte”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Concorso, il TAR ammette prove ad hoc per chi vincerà il ricorso