Con la fusione di LSE-Deutsche Boerse a rischio 1.250 posti di lavoro

(Teleborsa) – La fusione tra il London Stock Exchange e Deutsche Boerse potrebbe comportare un taglio di 1.250 posti di lavoro in quella che diverrà la maggior piazza europea.

Lo annunciano le previsioni delle due società anche se London Stock Exchange  precisa che verranno creati 200 nuovi posti di lavoro per realizzare nuove iniziative, mentre si attende che il 4 luglio, l’assemblea del London Stock Exchange approvi l’operazione.

Gli azionisti del LSE riceveranno 0,4421 nuove azioni per ogni azione LSE in loro possesso, quelli di Deutsche Boerse  riceveranno una nuova azione per ogni titolo Deutsche Boerse in portafoglio.

In base a questi rapporti di cambio, gli azionisti della Borsa tedesca avranno il 54,4% del capitale sociale emesso e da emettere del Gruppo nato dalla fusione, quelli della Borsa londinese il 45,6%.

Con la fusione di LSE-Deutsche Boerse a rischio 1.250 posti di la...