Commissione UE, improbabile domani l’avvio della procedura contro Italia

(Teleborsa) – Domani potrebbe non esserci alcuna procedura d’infrazione per l’Italia. Lo afferma il Financial Times, secondo cui slittano i tempi per l’applicazione dello strumento atto a garantire il rispetto dell’articolo 126 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea previsto per i casi di deficit eccessivo.

Il quotidiano britannico, citando due fonti anonime, scrive che la Commissione Europea, durante la riunione del collegio dei commissari in agenda per domani, avrebbe deciso per ora di non far scattare il procedimento in attesa che il governo italiano individui gli strumenti per porre rimedio all’eccesso di spesa.

Per il Financial Times la decisione di rinviare la procedura rispecchierebbe il momento di tensione che si sta vivendo all’interno della Commissione. Se da un lato c’è chi vorrebbe una linea intransigente con l’Italia, dall’altro sono proprio i cosiddetti “falchi” a temere una mossa così incisiva, che arriverebbe quando è ancora fresca la vittoria elettorale di Matteo Salvini alle europee ed in piena trattativa per le nomine chiave dell’Unione.

Frattanto, la portavoce di Bruxelles Mina Andreeva anticipa che domani in consiglio sarà effettuato “un aggiornamento sull’attuale situazione” dell’Italia, illustrato dal commissario per gli Affari economici Pierre Moscovici e dal vicepresidente Valdis Dombrovskis.

(Foto: © Paul Grecaud/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Commissione UE, improbabile domani l’avvio della procedura contr...