Parlamento UE, alza target auto zero emissioni al 45% entro il 2030

(Teleborsa) – Giro di vite contro le automobili inquinanti in UE. La Commissione per l’ambiente del Parlamento europeo spinge verso la riduzione delle emissioni di biossido di carbonio delle nuove automobili e l’aumento della quota di mercato dei veicoli a zero e a basse emissioni entro il 2030: a tal fine propone di fissare un obiettivo superiore al 45% per ridurre le emissioni della flotta dell’UE per le nuove auto entro il 2030 – rispetto all’obiettivo proposto dalla Commissione UE del 30% – e con un obiettivo intermedio del 20% entro il 2025.

Le case automobilistiche dovrebbero inoltre garantire che i veicoli a emissioni zero e a basse emissioni, che emettono meno di 50 g di CO2 per chilometro, abbiano una quota di mercato del 40% delle vendite di nuove automobili e furgoni entro il 2030 e del 20% entro il 2025.

Secondo la Commissione per l’ambiente del Parlamento europeo, ad oggi il trasporto è l’unico settore nell’UE in cui le emissioni di gas serra siano ancora in aumento. Al fine di rispettare gli impegni presi alla Cop21 (accordo di Parigi sul clima, ndr) nel 2015, la decarbonizzazione dell’intero settore dei trasporti deve accelerare verso “emissioni zero” entro la metà del secolo. Allo stesso tempo, il settore automobilistico globale sta cambiando rapidamente, in particolare per quanto riguarda i motori elettrici. La Commissione auspica che le case automobilistiche europee si impegnino per tempo al fine di garantire il proprio apporto nella necessaria transizione energetica.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Parlamento UE, alza target auto zero emissioni al 45% entro il 2030