Commercio estero in ripresa grazie al balzo dell’export extra UE

(Teleborsa) – Cresce il surplus commerciale dell’Italia, che ha riportato a febbraio un balzo dell’export, soprattutto verso i Paesi esterni all’Unione europea. 

Secondo l’Istat, a febbraio, le esportazioni sono salite del 2,5% e le importazioni dello 0,6%, facendo letteralmente lievitare il surplus commerciale a 3,9 miliardi di euro, rispetto al piccolo avanzo di 35 milioni rilevato ad inizio anno. L’attivo del commercio estero è anche superiore ai 3,5 miliardi di febbraio 2015.

L’aumento mensile dell’export coinvolge entrambe le principali aree di sbocco, con incrementi del 3,3% verso i mercati extra Ue e dell’1,8% verso quelli europei, ma  questo segnale positivo è attenuato dalla contenuta flessione congiunturale dell’export nell’ultimo trimestre (-0,7%). 

Rispetto allo scorso anno l’export registra un +3,3%, da ascrivere esclusivamente all’area UE (+8,3%), che si ridimensiona a +0,7%, se corretto per i giorni lavorativi.2015).

La crescita tendenziale dell’import (+2,4%) è determinata esclusivamente dall’area Ue (+5,5%) ed è sostenuta principalmente dagli acquisti di beni strumentali (+10,7%) e di beni di consumo durevoli (+10,6%).

L’attivo commerciale nei primi due mesi dell’anno è pari a +3,9 miliardi, in aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+3,6 miliardi). Al netto dell’energia il surplus è pari a +7,8 miliardi.

Quanto ai prezzi all’importazione sono diminuiti dello 0,3% rispetto al mese precedente e del 6,2% nei confronti di febbraio 2015. La riduzione dipende principalmente dalle dinamiche del comparto energetico, al netto del quale l’indice registra una flessione dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell’1,1% in termini tendenziali.

Commercio estero in ripresa grazie al balzo dell’export extra&nb...