Commercio, Confesercenti: “Quadro preoccupante. Soffrono i piccoli negozi”

(Teleborsa) – “I dati Istat sul commercio ci consegnano ancora una volta un quadro preoccupante. Se è vero che aprile fa registrare la prima variazione tendenziale positiva del 2017 (+1,2%) l’incremento è interamente da imputarsi al settore alimentare (+4%) – su cui incide l’aumento dei prezzi dei non lavorati e della Pasqua – e alla corsa della Grande Distribuzione (il comparto alimentare, in particolare, segna un +5,8%).

E’ il commento dell’Ufficio economico Confesercenti al dato sul commercio al dettaglio pubblicato stamane dall’Istat.

Secondo l’associazione degli esercenti “i piccoli negozi del commercio tradizionale, invece, soffrono e continuano a perdere fatturato”, con una contrazione su base annua dell’1,7%, facendo registrare variazioni negative sia per i prodotti alimentari che per le vendite non alimentari rispettivamente del -1% e quasi -2%. Ed il commercio al dettaglio fino a 5 addetti segna un -4,4% sull’anno. “Ci troviamo, dunque, di fronte ad uno scenario caratterizzato da una domanda interna che fatica ancora a consolidarsi. Per invertire la tendenza serve un piano per rafforzare la crescita del potere d’acquisto delle famiglie e dei consumi, il cui contributo è fondamentale per ripresa della nostra economia”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Commercio, Confesercenti: “Quadro preoccupante. Soffrono i picco...