Commercio al dettaglio di nuovo al palo. Passati i saldi vendite giù

(Teleborsa) – Il commercio al dettaglio torna a stagnare dopo l’impennata di inizio anno, che era stata favorita dai saldi invernali, scattati anche prima dell’Epifania. 

Secondo gli ultimi dati Istat, a febbraio si è registrato un calo delle vendite al dettaglio dello 0,3% rispetto al mese precedente, considerate in valore, e dello 0,7% in volume.

Le vendite di beni alimentari registrano una diminuzione dell’1,1% in valore e del 2% in volume; le vendite di beni non alimentari, invece, restano sostanzialmente stabili con un aumento dello 0,1% in valore e una variazione nulla in volume.

Su anno le vendite al dettaglio diminuiscono dell’1% in valore e il 2,4% in volume. Per i prodotti alimentari si rileva una diminuzione dell’1,2% in valore e del 4,8% in volume. Le vendite di prodotti non alimentari sono in flessione dello 0,9% sia in valore sia in volume.

Al di là delle oscillazioni mensili, nella media del trimestre dicembre 2016 – febbraio 2017 il valore delle vendite aumenta dello 0,3%, mentre il volume diminuisce dello 0,2%. Tali dinamiche sono interamente ascrivibili ai prodotti alimentari, mentre le vendite di beni non alimentari risultano invariate, nello stesso arco temporale, sia in valore che in volume.

Le vendite ristagnano sia nella grande distribuzione che per i piccoli esercizi, con flessioni rispettivamente dell’1% e dell’1,1%.

Commercio al dettaglio di nuovo al palo. Passati i saldi vendite ...