Coinbase crolla ai minimi. Quasi annullati i guadagni dall’IPO

(Teleborsa) – Coinbase Global ha registrato una flessione del 5,95% nella seduta di ieri, portandosi a quota a 256,8, appena sopra i 250 dollari per azione indicati come prezzo di IPO sul Nasdaq. La più popolare tra le piattaforme in cui è possibile acquistare, vendere e depositare criptovalute ha registrato il quarto giorno consecutivo di ribassi.

Una delle spiegazioni per il crollo è il fatto che negli ultimi giorni sempre più investitori si hanno scommesso su criptovalute estremamente speculative come Dogecoin e Binance Coin, token che l’exchange non offre. Inoltre, la maggior parte degli scambi su Coinbase riguardano il Bitcoin, che nelle ultime settimana ha frenato i suoi stellari rialzi.

“Ciò che ha davvero ferito Coinbase, ora che la quotazione diretta è decollata, sono le aspettative che altri exchange di criptovalute stiano valutando lo sbarco in Borsa – ha affermato Edward Moya, analista di mercato senior di Oanda – C’è la convinzione che questo livello potrebbe essere il massimo per Coinbase a breve termine”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coinbase crolla ai minimi. Quasi annullati i guadagni dall’IPO