Codacons istanza alla Commissione Ue: contrari all’affare Fincantieri-Stx

(Teleborsa) – Il Codacons ha inviato una istanza alla Commissione Europea chiedendo di partecipare al procedimento aperto in merito all’operazione di acquisto del 51% di Stx da parte di Fincantieri. Lo ha reso noto la stessa associazione dei consumatori spiegando che i cittadini si oppongono ad una concentrazione che potrebbe portare a distorsioni nel settore della cantieristica civile navale, con conseguente riduzione della concorrenza ed effetti negativi sui prezzi, specie nel comparto delle navi da crociera.

Tra le ultime richieste che la Commissione Ue avrebbe posto ci sarebbe quella di delineare uno scenario del mercato crocieristico post-pandemico in quanto, essendo le due società leader globali, la loro collaborazione/acquisizione potrebbe determinare un rischio di aumento dei prezzi per clienti e consumatori, di minore offerta e di riduzione degli incentivi all’innovazione.

Un settore che – spiega ancora il Codacons – ha visto il numero di passeggeri annui delle navi da crociera passare dai 2 milioni della fine degli anni ’80 ai 30 milioni del 2019, con una domanda di crociere in costante aumento. L’associazione, dunque, chiede di partecipare alla complessa operazione al fine di portare evidenze alla Commissione Ue sugli effetti che la concentrazione può determinare e i danni per la categoria degli utenti rappresentata dal Codacons.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Codacons istanza alla Commissione Ue: contrari all’affare Fincan...