Codacons, in Italia tasse troppo alte per il costo del carburante

(Teleborsa) – L’Italia sempre ai primi posti nella classifica Ue col più alto costo dei prezzi del carburante, il secondo paese in Europa dove il gasolio è più caro. Lo denuncia il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) che, dall’elaborazione degli ultimi dati ufficiali dell’Unione, chiede “l’intervento del nuovo Governol per l’abnorme” tassazione appunto su diesel e benzina. 

Per il prezzo del gasolio l’Italia è seconda solo alla Svezia, e sul fronte della benzina siamo quarti in Europa, preceduti solo dai Pesi Bassi, Danimarca e Grecia. Ma se si considerano i prezzi al netto delle tasse, si scopre che la posizione dell’Italia è ben diversa e migliore, crollando nella classifica Ue addirittura in 17esima posizione per il prezzo del gasolio senza tasse.

“Confrontando i listini dei carburanti, si scopre che un litro di benzina costa in Italia l’11,2% in più rispetto la media Ue, mentre per il gasolio si spende il 10,7% in più – commenta il presidente Carlo Rienzi – e così per un pieno di benzina un automobilista italiano paga 8,15 euro in più rispetto agli altrieuropei (+7,25 euro il diesel)”.

“Chiediamo così al nuovo Governo – annuncia Rienzi – di abbattere l’abnorme e ingiustificata tassazione che vige sui carburanti in Italia, e di introdurre meccanismi anti-speculazione in grado di punire qualsiasi rialzo illecito dei listini”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Codacons, in Italia tasse troppo alte per il costo del carburante