Codacons chiede al Governo di commissariare l’Inps

Sito Inps in tilt, assaltato dalle centinaia di migliaia di domande per il bonus da 600 euro per lavoratori autonomi e partite IVA

(Teleborsa) – Il Codacons ha chiesto il commissariamento dell’Inps. È stata una mattinata da incubo quella dell’Ente previdenziale italiano, assaltato dalle centinaia di migliaia di domande per il bonus da 600 euro per lavoratori autonomi e partite IVA stanziato dal Decreto Cura Italia con il sito internet andato completamente in tilt. Molti utenti, inoltre, sembra che abbiano visto diffusi i propri dati sensibili.

Una vicenda di una gravità inaudita che deve portare la magistratura a indagini immediate per accertare le responsabilità di quanto accaduto”, ha dichiarato il Codacons in una nota in cui ha annunciato di aver presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Roma.
“La violazione della privacy dei cittadini è un reato penale, e quanto accaduto oggi richiede l’apertura di un formale inchiesta da parte della magistratura – spiega il presidente Carlo Rienzi – Occorre accertare come sia stata possibile la diffusione di dati sensibili degli utenti, e verificare se vi siano state falle nella progettazione del sito Inps e del sistema per accedere al bonus da 600 euro per i lavoratori”.

E ha concluso: “Presenteremo oggi stesso un esposto, e a fronte delle inefficienze dell’Inps chiediamo al Governo di azzerare i vertici dell’ente e disporre il commissariamento immediato dell’Istituto con la nomina di un commissario che curi tutte le procedure relative alle misure contenute nel decreto “cura Italia”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Codacons chiede al Governo di commissariare l’Inps