CNH sempre al top per innovazione: primi ricambi stampati in 3D

(Teleborsa) – Sempre all’avanguardia per innovazione tecnologia, CNH Industrial si lancia con decisione nell’uso della stampa in 3D per la realizzazione dei suoi ricambi. I primi ricambi creati con questo nuovo processo sono quattro componenti per autobus e macchine agricole. Al momento tutti gli esemplari sono realizzati in plastica, ma CNH sta portando avanti ulteriori test che consentiranno in futuro di produrre con questa tecnologia anche componenti in metallo

Una scelta che conferma l’impegno del gruppo nello sviluppo di questa tecnologia, con l’obiettivo di rendere i processi produttivi sempre più efficaci ed efficienti ed accrescere la sostenibilità e la soddisfazione del cliente.

L’Additive Manufacturing, ovvero la produzione additiva o stampa 3D, è una tecnica di produzione, gestita attraverso il computer e partendo da un file digitale, con la quale sottili strati di materiale vengono aggiunti uno dopo l’altro al fine di creare un oggetto solido. Ogni prodotto può essere stampato entro 24-36 ore utilizzando una quantità ottimale di risorse.

La produzione di ricambi da stampa 3D produce moltissimi benefici. Difatti, la produzione sul posto e “on demand” (su richiesta del cliente) consente di soddisfare specifiche richieste del cliente e soprattutto una migliore gestione del magazzino e delle scorte.

L’altro aspetto di non secondaria importanza è la sostenibilità, poiché la produzione additiva è un procedimento di precisione che genera meno sprechi e materiali residui, consentendo allo stesso tempo un risparmio di energia e materie prime.

CNH sempre al top per innovazione: primi ricambi stampati in 3D