CNH Industrial taglia l’outlook sui ricavi. Utile in forte calo nel trimestre

CNH Industrial chiude il terzo trimestre con un utile netto escluse voci straordinarie di 38 milioni di dollari, pari a 3 cent per azione in forte calo rispetto ai 214 milioni, pari a 13 cent ad azione, dell’anno prima. In seguito ad un onere straordinario di 150 milioni di dollari dovuto alla rimisurazione delle attività in Venezuela è stata registrata una perdita netta di 128 milioni di dollari, pari a 9 cent per azione.

I ricavi sono stati pari a 5,9 miliardi di dollari, in calo del 13% rispetto al terzo trimestre 2014 a cambi costanti (in calo del 24% a cambi effettivi). I ricavi di vendita netti delle Attività Industriali in particolare sono scesi del 13% a 5,5 miliardi di dollari (-25% a cambi effettivi). L’Ebit delle Attività Industriali è stato di 245 milioni di dollari (522 milioni di dollari nel terzo trimestre 2014), con un margine operativo pari al 4,4% (7,1% nel terzo trimestre 2014).

L’indebitamento netto industriale al 30 settembre 2015 era pari a 3,4 miliardi di dollari (3 miliardi di dollari al 30 giugno 2015), inclusivo dell’impatto della rimisurazione delle disponibilità e mezzi equivalenti in Venezuela pari a 133 milioni di dollari. La liquidità disponibile era pari a 7,4 miliardi di dollari (7,8 miliardi di dollari al 30 giugno 2015).

CNH Industrial ha anche rivisto al ribasso i target 2015 dei ricavi, indicati a 25-26 miliardi dai 26-27 miliardi indicati in precedenza, ed al rialzo quello dell’indebitamento a 2,1-2,3 miliardi da 2-2,2 miliardi, mentre conferma un margine operativo del 5,6-6%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

CNH Industrial taglia l’outlook sui ricavi. Utile in forte calo ...