CNH Industrial coltiva la biodiversità

(Teleborsa) – Migliaia di specie vegetali autoctone piantate a Curitiba in Brasile, le api monitorate a Brescia, fotocamere di ultimissima generazione installate lungo le piste della fauna selvatica intorno a Racine, negli Stati Uniti, una “parete vegetale” creata dai bambini della scuola elementare di Bourbon-Lancy, in Francia. Che cos’hanno in comune tutti questi progetti? Sono tutti frutto dell’impegno di CNH Industrial per la promozione della biodiversità e dello sviluppo sostenibile nei suoi stabilimenti e nelle aree limitrofe in tutto il mondo. 

Nel 2011 l’ONU ha lanciato l’ambizioso Piano decennale per la biodiversità. Da allora ha moltiplicato i propri sforzi per incoraggiare i governi, le aziende e i comuni cittadini ad abbracciare il piano e ad adottare modi e soluzioni per lavorare ed agire in armonia con la natura. In quest’ottica, l’azienda che opera nel campo dei capital goods ha investito notevoli risorse nella collaborazione con istituti scientifici e comunità locali per contribuire a monitorare e proteggere l’ambiente naturale nelle aree in cui hanno sede i suoi stabilimenti di produzione.

Per diversi anni sono stati condotti studi approfonditi degli ecosistemi limitrofi agli stabilimenti, al fine di valutare la ricchezza di specie di flora e fauna. I dati raccolti permettono di verificare le possibilità e le modalità di miglioramento della biodiversità. Sono inoltre stati attivati in tutto il mondo numerosi altri progetti e iniziative che coinvolgono sia il personale aziendale sia le comunità locali interessate.

CNH Industrial coltiva la biodiversità