Clima attendista sui mercati europei

(Teleborsa) – Si muove all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee dopo la debolezza evidenziata dai mercati statunitensi ed asiatici e con gli investitori preoccupati per l’esplosione di contagi da Covid-19 in alcuni Paesi come Germania e Austria.

Sul mercato valutario, poco mosso l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,133. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.864,4 dollari l’oncia. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia, per ora, sul parterre lo 0,60%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +120 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,91%.

Tra i listini europei sostanzialmente invariato Francoforte, che riporta un moderato +0,03%, resta vicino alla parità Londra (-0,14%); guadagno moderato per Parigi, che avanza dello 0,23%. A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 27.838 punti; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per il FTSE Italia All-Share, che rimane a 30.473 punti.
In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo CNH Industrial (+1,43%), Telecom Italia (+1,12%), Nexi (+0,99%) e Leonardo (+0,90%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Ferrari, che ottiene -2,12%.

Spicca la prestazione negativa di Recordati, che scende dell’1,93%.

Tenaris scende dell’1,23%.

Calo deciso per ENI, che segna un -1,19%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, De’ Longhi (+1,81%), Tinexta (+1,63%), Webuild (+1,33%) e Mutuionline (+1,26%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su MARR, che continua la seduta con -2,16%.

Sotto pressione Caltagirone SpA, con un forte ribasso dell’1,56%.

Soffre Cementir Holding, che evidenzia una perdita dell’1,35%.

Giornata fiacca per Salcef Group, che segna un calo dello 0,93%.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Clima attendista sui mercati europei