Clima, accordo UE: taglio emissioni del 55% entro il 2030

(Teleborsa) – Dopo negoziati durati tutta la notte, i leader dei Paesi dell’Unione europea hanno raggiunto un accordo sui nuovi obiettivi per la lotta ai cambiamenti climatici: tutti gli Stati dovranno ridurre le proprie emissioni nette di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030, rispetto i livelli del 1990. Con questa decisione, è stato alzato il precedente obiettivo del 40% nel prossimo decennio.

L’Europa è leader nella lotta al cambiamento climatico. Abbiamo deciso di ridurre le nostre emissioni di gas serra di almeno il 55% entro il 2030″, ha scritto in un tweet il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, che ha presieduto i colloqui. Il nuovo obiettivo “ci mette su un percorso chiaro verso la neutralità climatica nel 2050”, ha invece commentato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. “Nottata intensa di lavoro al Consiglio Europeo coronata dalla chiusura positiva su Green Deal. Neutralità climatica pensando alle nuove generazioni”, così in un tweet il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Superare l’impasse era importante in vista del vertice sul clima delle Nazioni Unite in programma domani, a cui parteciperanno tutti i leader mondiali in collegamento video. L’Unione europea, con questo accordo, potrà presentarsi all’incontro in una posizione di leadership, anche se non è stato facile conciliare gli obiettivi dei virtuosi Paesi nordici con le esigenze di quelli dell’est Europa, ancora molto dipendenti dal carbone per la produzione di energia.

Uno degli stati che ha opposto più resistenza è stato la Polonia, che ha cercato di legare gli obiettivi di riduzione delle emissioni al prodotto interno lordo, con i Paesi meno ricchi che avrebbero dovuto tagliare di meno, secondo quanto riporta Reuters.

L’obiettivo di almeno il 55% dovrà ora essere approvato dal Parlamento europeo, che nei mesi scorsi aveva sostenuto un più ambizioso taglio delle emissioni del 60%. “Ci stanno preparando per una trattativa difficile“, ha commentato l’eurodeputata svedese Jytte Guteland, principale responsabile in Parlamento per la European Climate Law.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Clima, accordo UE: taglio emissioni del 55% entro il 2030