Clabo, outlook positivo nonostante pressioni su approvvigionamenti

(Teleborsa) – Clabo, società quotata su Euronext Growth Milan e attiva nel settore delle vetrine espositive professionali per gelaterie, pasticcerie, bar, caffetterie e hotel, ha registrato ricavi totali per 37,8 milioni di euro nei primi nove mesi del 2021, in crescita del 42,1% rispetto ai 26,6 milioni di euro dei primi nove mesi del 2020 e ancora inferiori rispetto ai risultati 2019 pre-Covid (40 milioni di euro). L’EBITDA è stato di 4,6 milioni di euro, rispetto ai -4,9 milioni di euro al 30 settembre 2020 e ai 3,9 milioni di euro al 30 settembre 2019, con un EBITDA Margin al 12,1%. Nel terzo trimestre i ricavi sono stati di 11,9 milioni di euro (superiore ai livelli pre-pandemia) e l’EBITDA di 800 mila euro.

“Il terzo trimestre è per il gruppo Clabo, storicamente, il peggiore dell’anno per ricavi e redditività – ha commentato il presidente e AD Pierluigi Bocchini – Abbiamo però chiuso il miglior terzo trimestre degli ultimi 3 esercizi. Prosegue il trend di forte recupero delle vendite a livello consolidato. Oltre all’ottimo andamento della società americana HMC, dal mese di aprile registriamo una netta inversione di tendenza anche nella società capogruppo rispetto al periodo di pandemia”.

“Rimane complesso il fronte degli approvvigionamenti a causa della difficoltà a reperire materie prime e componenti sui mercati – ha aggiunto – Ciò ci costringe a mantenere un livello di scorte significativamente più elevato rispetto ai nostri standard. Nonostante la pressione sui prezzi di acquisto, la marginalità ad oggi non ha subito significative contrazioni. L’outlook sulle vendite è positivo e siamo confidenti che si possano raggiungere gli obiettivi 2021, a livello di ricavi totali, stimati tra i 45 ed i 47 milioni di euro”.

Nonostante il capitale circolante netto risulti in aumento rispetto al 31 dicembre 2020 per 3,5 milioni di euro, la PFN è è negativa per -37,3 milioni di euro (incluso effetto IFRS per 1,8 milioni) e sostanzialmente stabile rispetto ai -37,5 milioni di euro al 31 dicembre 2020, anche grazie all’aumento di capitale concluso nello scorso mese di settembre per 2,1 milioni di euro.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Clabo, outlook positivo nonostante pressioni su approvvigionamenti