Cisco Systems sorprende gli investitori. Titolo vola al Nasdaq

(Teleborsa) – Gli investitori premiano la trimestrale e la guidance di Cisco Systems.

La big statunitense delle infrastrutture di rete ha avviato le contrattazioni a Wall Street con un rialzo di 7 punti percentuali grazie al bilancio svelato ieri sera a Borsa chiusa.

Il primo trimestre fiscale si è chiuso con un utile netto di 2,39 miliardi di dollari, o 48 cent ad azione, in leggero aumento rispetto ai 2,32 miliardi, o 46 cent ad azione, messi a bilancio nello stesso periodo dell’anno precedente.

Gli utili per azione rettificati sono invece pari a 61 dollari, in linea con le attese degli analisti.

I ricavi sono scesi invece da 12,35 a 12,14 miliardi di dollari, risultando però al di sopra del consensus di 12,11 miliardi.

A scatenare la corsa alle azioni Cisco, che ieri, nel dopo Borsa USA, si sono portate su livelli che non si vedevano da 15 anni, è stata la guidance.

L’azienda ha infatti preannunciato la prima crescita del fatturato da due anni. Per il secondo trimestre fiscale i ricavi sono attesi in aumento dell’1-3% a 11,7-11,93 miliardi di dollari (11,7 miliardi il consensus). Una novità, visto che negli ultimi otto trimestri Cisco ha riportato un calo annuale del fatturato.

L’utile per azione è visto nel range di 58-60 centesimi a fronte dei 58 cent del consensus.

Cisco Systems sorprende gli investitori. Titolo vola al Nasdaq
Cisco Systems sorprende gli investitori. Titolo vola al Nasdaq