Cingolani, in Italia carenza strutturale menti scientifiche

(Teleborsa) – “In Italia c’è una carenza strutturale di menti addestrate alle materie tecnico scientifiche. Mancano 30.000 giovani esperti in materie STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics, Ndr). In altri Paesi ce ne sono molti di più. Questo è critico per la transizione ecologica”. Lo ha detto questa mattina il Ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervenendo a un evento di Biz Factory, scuola di imprenditoria per le scuole superiori.


“Abbiamo dieci anni per dare una fortissima accelerazione alla riduzione dei gas serra – ha proseguito Cingolani -. Poi altri venti per decarbonizzare la società. Questo vuol dire cambiare la mobilità, la produzione dell’energia e il suo accumulo, la gestione delle reti elettriche e dell’acqua, il ciclo dei rifiuti, tutelare la biodiversità e la forestazione. L’unica soluzione è aumentare i cervelli Stem e metterli su questi problemi”.

“Il peggior nemico in questo momento di transizione ecologica sono le ideologie. Qualsiasi blocco ideologico farà male ai nostri figli. Non bisogna ideologizzare le scelte tecniche”, ha aggiunto Cingolani secondo il quale “la diffusione a scuola delle conoscenze scientifiche e della sensibilità per l’ambiente “dovrà essere protetta dalle ideologie. Le ideologie non servono per la transizione ecologica. Non ci sono soluzioni bianche o nere”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cingolani, in Italia carenza strutturale menti scientifiche