Cina, Xi Jinping avvia indagine su rapporti tra settore finanziario cinese e imprese private

(Teleborsa) – La Cina sta approfondendo le indagini sulle relazioni tra le sue grandi banche statali e i suoi player finanziari e le grandi aziende del settore privato, sulla scia di quelle intraprese sui giganti hi-tech dalla fine del 2020. Secondo quanto ha riportato il Wall Street Journal, il presidente Xi Jinping sarebbe infatti preoccupato delle relazioni troppo amichevoli che si sono instaurate negli ultimi anni tra gli istituti di credito, i fondi di investimento e i regolatori finanziari del Paese con le aziende private, in particolare quelle coinvolte negli scorsi mesi nelle vicende di Evergrande, Didi Global e Ant Group. L’indagine secondo il quotidiano finanziario statunitense coinvolgerebbe anche Citic Group, uno dei principali prestatori del gigante immobiliare cinese.

Sotto la lente di ingrandimento della principale agenzia anticorruzione cinese ci sono i rapporti con 25 grandi aziende: sotto esame ci sono i documenti contabili – prestiti, investimenti e registri – depositati presso le istituzioni statali. Il sospetto è che queste aziende abbiano intrapreso rapporti inappropriati e ora rischiano di essere formalmente indagate dal Partito Comunista e potenzialmente accusate in seguito, hanno affermato le fonti citate dal Wall Street Journal.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cina, Xi Jinping avvia indagine su rapporti tra settore finanziario ci...