Cina, UBS: taglio riserve banche può innescare breve rally nel mercato azionario

(Teleborsa) – “Pensiamo che il taglio del coefficiente di riserva obbligatoria (RRR) delle banche su vasta scala potrebbe aumentare il sentiment del mercato a breve termine e migliorare la liquidità del mercato azionario”. Lo hanno scritto in una nota gli analisti di UBS, commentando la decisione della Banca centrale cinese di tagliare la quantità di denaro che le banche devono detenere come riserve. L’obiettivo del provvedimento,annunciato venerdì, è quello di immettere 1 trilione di yuan (circa 130 miliardi di euro) di liquidità nell’economia, in un momento in cui il rimbalzo post-pandemia del Paese sembra aver raggiunto il suo picco.

Nel breve termine, la mossa potrebbe dare impulso ai settori sensibili alla liquidità, come aerospaziale e difesa, elettronica, IT e media, secondo la banca d’investimento svizzera. Allo stesso modo, anche le aziende con forti aspettative di utili potrebbero sovraperformare: alcuni esempi sono i settori dei veicoli elettrici e delle batterie o quelle delle fonti di energia. Il rally previsto nel breve termine non è però destinato a durare: l’immissione di liquidità nell’economia è essa stessa un’ammissione che la spinta post Covid-19 ha iniziato a indebolirsi.

“Il taglio del RRR ha, in una certa misura, aggiunto alle preoccupazioni degli investitori nei mercati azionari il fatto che la ripresa economica nel secondo e terzo trimestre potrebbe non essere buona come previsto dal mercato – hanno aggiunto gli analisti di UBS – A nostro avviso, in assenza di un cambiamento sostanziale verso un allentamento della politica monetaria, la liquidità aggiuntiva non guiderà un rally sostenuto del mercato“.

(Foto: © tktktk / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cina, UBS: taglio riserve banche può innescare breve rally nel mercat...