Cina, TikTok: “Causa al Governo americano dopo bando di Trump”

(Teleborsa) – Come preannunciato sabato scorso TikTok, la popolare app di video di proprietà della società cinese ByteDance, ha confermato la decisione di citare in giudizio il governo degli Stati Uniti in un tribunale federale della California contro le iniziative dell’amministrazione di Donald Trump di vietare l’applicazione cinese negli Usa. Ad annunciarlo è la stessa società con un post sul proprio blog intitolato “Perché stiamo facendo causa all’amministrazione”.

TikTok ha assicurato di proteggere i dati dei suoi utenti e si mostra, così, pronta a sfidare l’ordine esecutivo del presidente Trump che vieterebbe l’utilizzo della app qualora non si trovasse un acquirente americano per le sue operazioni sul suolo Usa. Gli avvocati di TikTok hanno, infatti, affermato che la società ha “adottato misure straordinarie per proteggere la privacy e la sicurezza dei dati degli utenti statunitensi di TikTok”. Sforzi dei quali, secondo quanto afferma la società, è stato messo al corrente il governo federale durante un recente riesame della sicurezza nazionale.

“Mettendo al bando TikTok senza preavviso o possibilità di essere ascoltato (prima o dopo il fatto), l’ordine esecutivo viola le protezioni del giusto processo del Quinto Emendamento”, si legge in alcuni stralci della denuncia pubblicati dal Wall Street Journal.

Dal canto loro i funzionari statunitensi affermano di essere preoccupati che TikTok possa trasmettere i dati che raccoglie dagli americani in streaming video al governo autoritario cinese. Accuse che TikTok continua a rigettare affermando che non gli è stato mai chiesto di condividere dati con il governo cinese e che non lo farebbe se glielo chiedessero.

A inizio agosto Trump ha emesso un ordine in cui invitava il proprietario cinese di TikTok a cedere le operazioni negli Stati Uniti dell’app per la condivisione di video, fissando una scadenza di 90 giorni per il completamento della transazione. Microsoft Corp., Oracle Corp. e Twitter Inc. hanno discusso di un’acquisizione e sono coinvolte anche diverse società di investimento.

Per la popolare app Trump ha abusato della legge federale che gli conferisce poteri straordinari per agire quando sorgono problemi di sicurezza nazionale nel settore delle telecomunicazioni. Nella denuncia gli avvocati di TikTok hanno, inoltre, affermato che la società non è un fornitore di telecomunicazioni. “Ora è il momento per noi di agire. Non prendiamo alla leggera la causa contro il governo; tuttavia – spiega la società – riteniamo di non avere altra scelta che agire per proteggere i nostri diritti, i diritti della nostra comunità e dei dipendenti”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cina, TikTok: “Causa al Governo americano dopo bando di Trump&#8...