Cina, Tencent e NetEase crollano su stretta delle autorità di regolamentazione

(Teleborsa) – Tencent perde oltre il 5% e NetEase oltre il 9% sulla borsa di Hong Kong, dopo che i vertici dei due colossi cinesi sono stati convocati dalle autorità di regolamentazione di Pechino in scia all’annunciata stretta sulle regole che riguardano i tempi in cui i bambini possono giocare ai videogame online.

La General Administration of Press and Publication cinese ha affermato che avrebbe “affrontato seriamente” qualsiasi violazione delle nuove regole. Secondo un provvedimento annunciato il mese scorso, i bambini non possono giocare ai giochi online per più di 3 ore a settimana e solo in orari e giorni specifici. Le società di videogame devono anche controllare meglio i loro contenuti, incluso il divieto di contenuti “illegali” come la pornografia, hanno sottolineato le autorità di Pechino.

Le due società hanno subito affermato di stare collaborando con le autorità. “Crediamo in un gioco sano e prendiamo molto sul serio la salute fisica e mentale dei minori – ha affermato Tencent in una dichiarazione alla CNBC – Apprezziamo la guida e le istruzioni delle autorità di regolamentazione competenti e lavoreremo sodo per essere pienamente conformi a tutte le regole relative alla dipendenza dai giochi giovanili e alla regolamentazione dei contenuti”.

Anche NetEase ha evidenziato che si adeguerà alle nuove richieste, seguendo “rigorosamente le regole e le istruzioni sulle misure anti-dipendenza per i minori nei giochi”. “Continueremo i nostri sforzi per fornire giochi di maggiore qualità e promuovere un ambiente di gioco sano e responsabile per i giocatori minori”, ha detto un portavoce dell’azienda alla CNBC.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cina, Tencent e NetEase crollano su stretta delle autorità di regolam...